Forsyth’s Tearoom, un tuffo nel passato

L’ho scoperto per caso un giorno mentre gironzolavo per le vie di Edinburgh.
Ho sbirciato dalla finestrina con le tendine fatte all’uncinetto ed è stato subito amore.
Ed oggi per la prima volta sono riuscita ad andarci.
Sto parlando del Forsyth’s Tearoom, che si trova all’81 di High street, all’intersezione con Chalmers Close.
Vi avverto, la stradina è molto piccola e nascosta, quindi prestate attenzione ;).
E’ un tearoom, letteralmente “stanza del the”.

Ad accogliermi la “fata turchina” :), sorridente vecchina con i capelli lilla e gli occhialetti anni 50′.
Ci sono due sale, con tavolini. Su ogni tavolino centrini fatti a mano e vasetti di fiori. Ogni fiore, ogni centrino, ogni porta sale e pepe è abbinato l’uno all’altro. Con il bouquet di fiorni blu troverete un centrino blu che copre il vasetto dello zucchero, e anche il porta sale e pepe saranno blu. Ogni tavolo ha un colore.

P1010552

....

….

P1010553

P1010567

Appese alle pareti, strofinacci, copri teiere fatte a mano.
Le pareti sono in pietra ricoperti di fiori tazze e quadri di Edinburgh.

Ma ora veniamo a noi o meglio veniamo al cibo.
In vetrina c’è una vasta scelta di dolci tutti “home made”, tra cui torte di diversi tipi, ad esempio Carrot cake, Toffee pecanpie, Lemon Meringue Pie, Dutch Apple Pie ,Chocolate fudge, Schottish oaties, gl’immacabili scones e biscottini misti.

Le vetrine delle bontà

Le vetrine delle bontà

Le vetrine delle bontà

Le vetrine delle bontà

Le vetrine delle bontà

Le vetrine delle bontà

In menù oltre a tutte le torte e il “tradizional afternoon tea”, anche insalate, sandwiches, zuppe del giorno, baket potatoes e breakfast tutto il giorno.

Le altre bontà

Le altre bontà

Io sono andata all’ora del the, quindi ho preso un green tea e una bella fetta di Lemon Meringue Pie. La mia amica Marta invece una tazza di the e una fetta di Dutch Apple Pie.

Ero molto indecisa, perchè avevo paura che la torta con la meringa fosse troppo dolce. Ma la Lemon Meringue Pie mi chiamava “prendi me prendi me prendi me”, giuro era lì, bella come una nuvoletta, nella sua postazione in vetrina e non ho potuto dirle no.
Ho chiesto all’indaffarata signora il green tea e un pezzo della torta.
Mi ha fatto subito il conto ho speso £ 5,20, il prezzo di quasi tutte le fette di torte è di £3,00.

Lemon Meringue Pie

Lemon Meringue Pie

La signora dietro il bancone è sola, quindi non vi aspettate velocità.
Mi ha messo tutto su un vassoio e con Marta ci siam seduti al nostro tavolino con i fiori blu e il centrino blu e il porta sale e pepe blu.

diamo inizio alle danze ...

diamo inizio alle danze …

Marta e la sua Dutch Apple Pie

Marta e la sua Dutch Apple Pie

La mia Lemon Meringue Pie che tanto mi chiamava non mi ha assolutamente deluso, anzi.
La pasta frolla saporita e friabile accoglieva una meravigliosa, profumatissima crema al limone, la crema sembrava quasi gelatina gialla e morbida, a coprire questa deliziosa crema la meringa.
Dolce ma non stucchevole. Unione perfetta tra la croccantezza della pasta, l’aspro sapore della crema al limone e la dolce sofficità della meringa.
Ho preso anche una forchettata della Dutch Apple Pie di Marta, devo dire che ho un debole per la torte di mele in generale , quindi sono molto critica ma questa era decisamente deliziosa.
Crostata di mele, proprio come le faceva la nonna, buona, semplice senza troppi fronzoli.
Pasta frolla e tante mele saporite. Ottima per accompagnare un buon the e fare un salto nel passato.
Si perchè qui ragazzi è veramente come stare a casa della nonna o della zia un po’ “rincitrullita”. Tutto ha un sapore di un tempo, di quando eri bambina ed aspettavi con ansia che la zia o la nonna sfornassero la torta profumata.
Credetemi mi era venuta voglia di andare dietro il bancone, tra le tazzine scheggiate e i piattini a fiori e righe tutti differenti fra loro, e tra i barattoli del the, e chiedere alla signora dai capelli lilla i segreti e le ricette di queste torte così buone che hanno avuto la capacità di riportarmi indientro nel tempo.

P1010564

Advertisements

2 thoughts on “Forsyth’s Tearoom, un tuffo nel passato

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s